La mia nuova città…la mia Venezia

Da poco finita la laurea triennale in “Progettazione e gestione del turismo culturale” a Padova, ho pensato fosse necessario e fondamentale seguire la mia passione principale…la Storia dell’Arte. Continuo a vivere a Padova, ma già dopo pochi giorni dalla laurea ho iniziato una magistrale in “Storia delle arti e conservazione dei beni artistici” all’Università Ca’ Foscari di Venezia, e con essa la città dei Dogi è diventata la mia nuova quotidianità.

Venezia è una città molto particolare: direte voi per i soliti canali, piazza San Marco, le gondole, ma vi dico io che è particolare per il suo modo di respirare. Si, Venezia è una città che respira, non è morta come molti vogliono farvi credere. Venezia è viva e respira ancora; certo è innegabile una strenua resistenza a fattori ambientali, economici e del turismo di massa che ne hanno fatto una città per molti invivibile, ma Venezia resiste ancora. Tra le sue calli è facile vedere svolazzare lenzuola stese ad asciugare su canali affollati di un via vai incessante, all’ora di pranzo è facile sentire i piatti e le posate di chi apparecchia la tavola, tintinnare nell’aria dei più piccoli campielli, il pomeriggio Campo dei Tolentini gremito di giovani studenti che fanno un economico quanto squisito aperitivo dal buon Lele e la sera le timide luci delle case che si riflettono sull’acqua che finalmente dopo una giornata tumultuosa, scorrono placide e silenziose.

Venezia è quindi un esempio ottimo per raccontare l’arte della quotidianità, l’arte fuori dai codici e l’arte tutta per te perché attorno a te. Tempo fa uno studioso disse che se a Firenze il Rinascimento fosse nato, è a Venezia che esso sarebbe cresciuto; secondo me è proprio vero, Venezia è la terra difficile dove avviene la prova di ogni teorizzazione rinascimentale, basti pensare alla splendida opera della “Libreria Marciana” del Sansovino o alle meravigliose pitture di Tintoretto nella Scuola grande di San Rocco, ma si potrebbero fare mille altri esempi per i quali non basterebbe un semplice elenco, ma forse una descrizione più particolareggiata che ho intenzione di realizzare in futuro.

Venezia ti offre la possibilità di vivere immerso nell’arte, soprattutto permette di fare un aperitivo, mangiare una pizza con gli amici, passeggiare, andare a teatro, ascoltare concerti all’ombra di splendide architetture che contengono opere ancora più sublimi. Insomma Venezia dà davvero la possibilità di vivere un sogno estetico, di godere della bellezza come parte integrante dell’esperienza quotidiana, non in modo distaccato e superficiale, ma nel profondo, come se quell'”ombra de vin” non avesse lo stesso gusto se bevuta lontana da quello splendido paesaggio urbano.foto-blog

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...